Privacy

Consulenza per l'adeguamento al GDPR

Regolamento generale per la protezione dei dati

Il Regolamento generale per la protezione dei dati personali 2016/679 (General Data Protection Regulation o GDPR) è la principale normativa europea in materia di protezione dei dati personali.

Regolamento

Il Regolamento Europeo Privacy (GDPR) e il D.Lgs. 196-2003 (cosi' come modificato dal D.Lgs. 101-2018) è stato publicato nella Gazzetta Ufficiale europea il 4 maggio 2016, è entrato in vigore il 24 maggio 2016, ma la sua attuazione è avvenuta a distanza di due anni, quindi a partire dal 25 maggio 2018.

Trattandosi di un regolamento non necessita di recepimento da parte degli Stati dell'Unione ed è attuato allo stesso modo senza margini di libertà nell'adattamento (tranne per le parti per le quali si prevede espressamente delle possibilità di deroga).

Il Regolamento nasce con i seguenti obiettivi

  1. la definitiva armonizzazione della regolamentazione in materia di protezione dei dati personali all'interno dell'Unione europea;
  2. lo sviluppo del Mercato Unico Digitale (Digital Single Market) europeo;
  3. rispondere alle nuove sfide derivanti dalle tecnologie digitali.

Con il Trattato di Lisbona la protezione dei dati personali è diventata diritto fondamentale dei cittadini, e quindi va garantita allo stesso modo in tutto il territorio dell'Unione (pur lasciando margini di manovra ai legislatori nazionali in alcune materie, in particolare quelle che investono in via diretta l'esercizio di pubblici poteri, vedi il decreto di adeguamento 101 del 2018).

Grazie alla maggiore tutela dei dati si alimenta la fiducia dei cittadini nella società digitale e nell'uso dei servizi digitali, aiutando così lo sviluppo del Mercato Unico Digitale.

Con il Regolamento Europeo si passa da una visione proprietaria del dato, in base alla quale non lo si può trattare senza consenso, ad una visione di controllo del dato, che favorisce la libera circolazione dello stesso rafforzando nel contempo i diritti dell'interessato, il quale deve poter sapere se i suoi dati sono usati e come vengono usati per tutelare lui e l'intera collettività dai rischi insiti nel trattamento degli stessi.

La privacy non è qualcosa di separato dal rispetto e dalla dignità umana.

Tim Cook